Stampante 3D per iniziare

Le migliori stampante 3d per iniziare e per principianti

La selezione di stampanti 3D per uso domestico è sempre più ampia e sempre più confusa. Per questo non è facile per i principianti trovare un dispositivo adatto alle proprie idee e alle proprie esigenze. Questo vale lo stesso per te? Inanzitutto va detto che non esiste “la migliore stampante 3D per iniziare“. Dipende da cosa si vuole stampare e se si vuole acquistare un dispositivo già pronto o assemblare una stampante 3D con un kit.

Ancora non sai esattamente cosa vuoi stampare? Allora leggi questo articolo per aiutarti a fare la scelta giusta. Di seguito cercheremo di spiegare quali sono i criteri per i principianti che favoriscono la facilità d’uso e quali sono i modelli che più probabilmente sono più adatti.

stampante 3d per iniziare

stampante 3d per iniziare

Quali sono i criteri d’acquisto che rendono più facile iniziare a stampare in 3D?

Nalla maggior parte dei casi i dati tecnici elencati nella scheda tecnica del prodotto non aiutano molto i prinicipianti per cominciare a stampare e molto spesso vengono anche ignorati. Oltre al prezzo e alla qualità, è più consigliabile assicurarsi che il dispositivo sia facile da usare e che ci sia qualcuno a cui ci si possa rivolgere in caso di problemi (supporto del produttore, comunità di utenti ecc.).

  1. Prezzo: un cattivo acquisto è più facile da digerire se il prodotto non è così costoso. Le stampanti 3D possono essere acquistate a meno di 150 Euro. Comunque, la scelta di apparecchi economici e abbastanza performanti nella fascia più bassa è scarsa. I componenti di alta qualità sono in ogni caso migliori di quelli economici. Qui dovreste valutare fin dall’inizio attentamente se vale la pena, di investire un po’ di più. In quanto principiante, non vuoi rimanere deluso fin dall’inizio. Con un prezzo tra i 200 e i 500 euro andate più al sicuro. In alternativa, è possibile cercare prodotti usati.
  2. Facilità d’uso: i dispositivi già completamente assemblati facili sono ideali per i principianti e per iniziare. Con questi modelli non è necessario assemblare nulla. E grazie alla semplice navigazione attraverso i menu, all’uso intuitivo e al software di facile comprensione, si può iniziare relativamente rapidamente senza dover leggere un libro. Tuttavia, è necessario assicurarsi che sia disponibile un manuale completo in una lingua comprensibile (in lingua italiana non è sempre presente). La conoscenza della lingua inglese è estremamente di aiuto.
  3. Supporto: un aspetto da non trascurare è il supporto per il prodotto appena acquistato. In caso di problemi con i prodotti più diffusi, di solito si può ricorrere all’aiuto di altri utenti. D’altra parte, non si può sempre contare sul supporto del produttore.
  4. Qualità: naturalmente, è consigliabile non solo tenere d’occhio il prezzo, ma anche la qualità dell’apparecchio (e anche il software utilizzabile). La questione sulla qualità di stampa è piuttosto complessa, ma la struttura o l’intera costruzione dovrebbero essere stabili e solidi. Inazitutto, perché solo così si possono ottenere ottimi risultati di stampa. Se la stampante 3D oscilla a causa delle vibrazioni, i modelli stampati diventano rapidamente imprecise e quindi spesso inutilizzabili.
  5. Non lasciatevi ingannare dalla pubblicità: la più veloce non è sempre la migliore, la più elegante non è quella più efficiente. Fondamentalmente, le esperienze degli utenti sono più utili. piuttosto che fissarsi su alcuni dati di prodotto (come la velocità di stampa). Se possibile, leggere e studiare le recensioni.

Artillery Sidewinder X1

Una stampante 3D eccellente in termini di rapporto qualità-prezzo, qualità di stampa e caratteristiche. Ideale per i principianti che cercano una stampante 3D affidabile. La Artillery Sidewinder-X1 ad alta precisione dispone di un volume di stampa di 300 x 300 x 400 mm. La stampante 3D è in grado di stampare contemporaneamente più oggetti. Anche gli oggetti più grandi hanno spazio a sufficienza. Il letto riscaldante si riscalda fino a 80 gradi in soli due minuti. Durante la stampa è molto silenziosa. Il controllo del processo di stampa con il display intuitivo è un gioco da ragazzi. La Sidewinder X1 viene fornita preassemblata. Mancano solo pochi semplici passaggi finali. Grazie alla facilità d’uso, questo non rappresenta un ostacolo nemmeno per i principianti. La Sidewinder aiuta l’utente con un sensore di filamento e rileva le interruzioni di corrente in modo che interrompa la stampa e riprenda la stampa nella posizione corretta.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scheda tecnica:

  • Schermo a colori  e controllo touchscreen
  • Volume massimo di costruzione: 300 x 300 x 400 mm
  • Numero di estrusori: 1 estrusore ad azionamento diretto in titanio
  • Materiale telaio: alluminio
  • Connettori: 1
  • Slot per scheda SD
  • Velocità di stampa fino a 150 mm/s
  • Diametro del materiale: 1,75 mm
  • Temperatura di stampa massima 240 gradi celsius
  • Diametro dell’ugello: 0,4 mm
  • Spessore dello strato: 0,05 mm
  • Letto di stampa riscaldato
  • Temperatura massima del letto riscaldato: 130 °C
  • Substrato applicabile ABS, PLA, TPU, PLA flessibile, PVA, HIPS e legno (anche filamenti di terzi)
  • Precisione di posizione dell’asse XY; 0,05 mm
  • Precisione di posizione dell’asse Z: 0,1 mm
  • Formato file: STL, OBJ, G-Code

Creality Ender 3

La Creality Ender 3 è una stampante 3D eccezionale, molto conveniente. Ad un prezzo inferiore ai 200 €, il rapporto qualità/prezzo che si ottiene con questa stampante 3D è semplicemente impressionante. Ha un volume di stampa relativamente grande, un telaio stabile, ruote con scanalature a V, movimento fluido e una qualità di stampa piuttosto buona. La Ender 3 permette anche di riprendersi da un blackout, una caratteristica che di solito si trova nelle stampanti di fascia alta.

Tuttavia, dobbiamo notare che si tratta di un kit fai da te, il che significa che dobbiamo assemblare alcune parti della stampante prima di poterla utilizzare. Questo potrebbe spaventare alcuni principianti, ma assemblare questa stampante 3D è abbastanza facile con la guida di montaggio. In realtà questa stampante 3D è una via di mezzo tra il kit fai da te e il kit pre-assemblato, dato che le parti più complicate sono già preassemblate, quindi abbiamo bisogno di assemblare solo alcuni componenti per completare la stampante.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scheda tecnica:

  • Diametro del filamento utilizzabile: 1,75 mm
  • Temperatura massima dell’ugello: 250 °C
  • Estrusore tipo: Bowden
  • Velocità massima di stampa 100 mm/s (dipende dal materiale)
  • Volume di costruzione: 220 mm x 220 mm x 250 mm
  • Letto riscaldato
  • Temperatura massima del letto riscaldato: 110 ºC
  • Numero di estrusori: 1

ANYCUBIC Mega S

La stampante Anycubic Mega S 3D è una versione potenziata della apprezzata stampante Anycibic i3 Mega 3D, che è riuscita ad affermarsi con successo a prezzi accessibili. Dopo aver rilasciato un nuovo modello, gli sviluppatori di Anycubic dichiarano che non si fermeranno qui e continueranno a trasformare le loro idee in soluzioni di successo basate sulle esigenze e sui desideri dei clienti. La versione aggiornata di Mega S ha un design moderno, un volume di stampa di 210 x 210 x 205 mm, un telaio solido, componenti di alta qualità in combinazione con buoni parametri tecnici e funzioni. La Anycubic Mega S ha un sensore a filamento, una funzione di auto-ripresa, una piastra di vetro Ultrabase e un estrusore TITAN, che contribuisce all’alta qualità di stampa. La stampante è ideale sia per i principianti che per gli utenti esperti.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scheda tecnica:

  • Volume di stampa: 210 × 210 × 205 mm.
  • Spessore dello strato: 0,05 – 0,3 mm. (50 – 300 micron)
  • Precisione: 0,01 mm
  • Precisione di posizionamento: X / Y 0,01 mm, Z 0,002 mm
  • Velocità massima di stampa: 100 mm/s
  • Diametro del filamento: 1,75 mm
  • Temperatura del letto riscaldato: max 100 °C
  • Tipo di livellamento: livellamento manuale
  • Schermo: Schermo tattile TFT
  • Numero di estrusori: 1
  • Max. Temperatura dell’ugello: 260ºC
  • Diametro dell’ugello: 0,4 mm (può essere sostituito da altre dimensioni)
  • Software supportati: Cura, Replicatoe G, Autocad, Solidworks, Kompas, 3Dmax, Archicad, Zbruch, Cinema4D, Scatchup
  • Filamento: ABS, PETG, PLA, ABS +, HIPS, TPU, Legno
  • Formato file supportato: .stl, .obj .gcode, .amf, .dae
  • Sistemi operativi supportati: Windows XP, Win Vista, Win7, Win8, Win10, Linux, MacOS
  • Dimensioni stampante 3D : 405 × 410 × 453 mm

Elegoo Mars UV

Se desiderate iniziare a stampare con la resina, La Elegoo Mars (recensione) è un modello entry-level ideale. A causa del piccolo spazio a disposizione, le applicazioni sono limitate, ma per chiunque voglia stampare figurine di piccole dimensioni, la stampante è perfetta. Chi non ha esperienza con le stampanti SLA, la pulizia della piastra di stampa o della piccola bacinella in cui viene riempita la resina è un po’ fastidiosa, semplicemente perché la resina è molto appiccicosa.

La fonte di luce garantisce una luce UV con una lunghezza d’onda di 405 nm, dando alla Elegoo Mars un’ampia gamma di materiali con cui lavorare. Prima di utilizzare la stampante, va detto qui che il trattamento della resina non deve essere preso alla leggera, in quanto è molto tossica. Pertanto, si prega di lavorare sempre con maschera, guanti e occhiali di sicurezza. Come per altri processi, anche qui il letto di stampa deve essere livellato. Questa funzione può essere attivata manualmente sul touchscreen. Successivamente verrete guidati attraverso il menu.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scheda tecnica:

  • Produttore: Elegoo
  • Tecnologi:a DLP
  • Colore: nero o argento
  • Materiale della struttura:  metallo/plastica
  • Volume di stampa: 120 x 68 x 155 [mm³]
  • Velocità massima: 22,5 mm/h
  • Risoluzione minima: 10 [μm]
  • Sorgente di luce:  luce UV (lunghezza d’onda 405nm)
  • Connessione: USB
  • schermo:  3.5 touch screen a colori

Anycubic Photon

La Anycubic Photon è una delle stampanti 3D più interessanti, disponibili in commercio per principianti, quando si tratta di stampanti 3D SLA/DLP a prezzi accessibili. L’Anycubic Photon (recensione) da oltre 2 anni sta facendo scalpore nelle comunità online, e per validi motivi. La stampante a resina preassemblata ha un volume di stampa abbastanza piccolo, ma ottima per la stampa di oggetti delicati e dettagliati. Invece di sciogliere un filamento di plastica nell’ugello riscaldato, come nel processo di stampa 3D FDM/FFF, questa stampante SLA-3D utilizza della resina liquida polimerizzata dai raggi UV. L’affettatrice è facile e veloce da usare.

Anche se in alcuni casi non può sostituire la stampante 3D FDM, è ideale per la stampa di parti molto piccole e di alta precisione. Nel complesso, l’Anycubic Photon offre un eccellente rapporto qualità-prezzo, ha un aspetto molto professionale e una costruzione solida dal punto di vista meccanico.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scheda tecnica:

  • Schermo: touch screen da 2,8 pollici
  • Software affettatrice: ANYCUBIC Photon Slicer
  • Collegamento: USB
  • Tecnologia: DLP
  • Fonte di luce: luce UV integrata (lunghezza d’onda 405 nm)
  • XY DPI: 47um (2560*1440)
  • Risoluzione asse Y: 1,25 um
  • Risoluzione dello strato: 25 ~ 100 um
  • Velocità di stampa: 20 mm/h
  • Potenza nominale: 40W
  • Dimensione della stampante: 220 mm x 200 mm x 400 mm
  • Volume di stampa 115mm x 65mm x 15 5mm
  • Materiale di stamp:a resina fotosensibile 405 nm

Tutto quello che dovresti sapere quando inizi a stampare in 3D per la prima volta

Queste domande vengono poste spesso:

  1. Che tipo di materiali dovrei usare se inizio a stampare per la prima volta in 3D?
  2. Che volume di stampa dovrebbe avere una stampante 3D per iniziare?
  3. Dove posso trovare i modelli per stampare?
  4. La stampante 3D deve essere calibrata prima della prima stampa?
  5. Di quali accessori ho bisogno?

Se non avete esperienza con la stampa 3D, il filamento PLA (acido polilattico) è il materiale´di stampa più adatto. Rispetto ad altri filamenti (termine tecnico per i materiali di stampa) il PLA offre vari vantaggi.  Il filamento in PLA è ecologico e innocua per la salute, in quanto la plastica biodegradabile è realizzata con materie prime rinnovabili. Inoltre porta a risultati di stampa più rapidi e precisi, poiché il PLA ha un punto di ebollizione più basso rispetto ad altri filamenti. In aggiunta ottiene buoni risultati anche senza un letto di stampa riscaldato. Nello stato finale il PLA è già relativamente stabile. Tuttavia, non è abbastanza solido per gli oggetti durevoli. Se si desidera produrre stampe particolarmente durevoli, è possibile utilizzare il filamento PET-G al posto del PLA.

A proposito: ci sono dei materiali di stampa 3D che non dovresti usare come principiante. Questi includono:

  1. Materiali potenzialmente dannosi (ABS)
  2. Materiali che causano una rapida usura della punta di stampa (filamenti con metalli, carbonio, fibre di legno e polvere di pietra)

Che volume di stampa deve avere una stampante 3D per iniziare?

Più grande è la stampante 3D, più grandi sono gli oggetti di stampa che si possono realizzare con essa. Le dimensioni del volume di stampa, lo spazio in cui l’ugello della stampante svolge il suo lavoro, è fondamentale. È specificato o nelle dimensioni degli assi (X: larghezza, Y: profondità, Z: altezza) o in centimetri cubi (cm³), cioè il volume di stampa. È possibile stampare i seguenti articoli con i seguenti volumi di stampa:

  • 10 cc cm³: dadi, gioielli, ecc.
  • da 20 a 25 cm³: tazze, vasi, supporti, ecc.

Soprattutto per i principianti è ovvio utilizzare all’inizio un modello piccolo e poco costoso. Tuttavia, le possibilità di progettazione sono molto limitate. Se in futuro si può immaginare di realizzare oggetti più grandi, prendete un modello con un’area di stampa più grande. In questo modo si risparmia a lungo termine. l’acquisto di una seconda stampante.

Dove posso trovare i modelli 3D per stampare?

Per stampare il vostro primo oggetto 3D, non avete bisogno solo di una stampante e di un filamento, ma anche di un modello adatto. Il modello tridimensionale viene solitamente salvato come file STL e convertito strato per strato in comandi di movimento chiamati G-Code. Grazie al codice G, la stampante sa cosa deve fare per convertire il modello. Ad esempio, quale temperatura deve avere l’ugello della stampante o dove deve muoversi. Potete realizzare voi stessi i modelli per la stampante 3D utilizzando un software o scaricare modelli pronti per la stampa da Internet, spesso anche gratuitamente. Realizzate i vostri modelli 3D con il software con il Slicer (affettatrice). Quando si acquista una stampante 3D si ottiene anche il software appropriato. Con l’aiuto del software, chiamato anche (Slicer) affettatrice, è possibile creare il proprio modello di stampa unico. Tuttavia, dovrete prima passare qualche ora ad imparare il software.

In alternativa all’affettatrice inclusa, è possibile trovare altri software 3D su Internet. Consigliabili sono ad esempio:

  1. Leopoly (gratutito)
  2. Morphi (con costi)
  3. Blender (gratuito)
  4. Autodesk Fusion 360 (con costi dopo 30 giorni)
  5. 3D Slash (con costi)
  6. Microsoft 3 Builder (gratuito fa parte di Windows 10)
  7. Free Cad (gratuito)
  8. OnShape (con costi)

O scarica i modelli 3D finiti:

Il modo più veloce per ottenere la prima stampa 3D è semplicemente scaricare il modello da Internet. Ci sono già molte piattaforme e comunità che forniscono file gratuiti. I primi 8 sono:

  1. Thingiverse
  2. Grabcad
  3. Youmagine
  4. MyMiniFactory
  5. Yeggi
  6. CG Trader
  7. Turbosquid
  8. Free3D

La stampante 3D deve essere calibrata e livellata prima della prima stampa?

Per un risultato di alta qualità è fondamentale che le impostazioni della stampante, dell’affettatura e del filamento corrispondano perfettamente. La più importante è la calibrazione del letto di stampa, cioè la distanza tra l’ugello e il letto di stampa. È anche una buona idea controllare gli assi X e Y e regolare le impostazioni dell’affettatrice.

Calibrazione del letto di stampa:

La distanza ottimale tra l’ugello e il letto di stampa è di 0,1 mm. A questa impostazione, il filamento aderirà al meglio, ma non verrà compresso. Per regolare la distanza è necessaria una scheda di calibrazione da 0,1 millimetri. Di solito è inclusa nella stampante 3D. Ed è così che si procede:

  1. Posizionare la scheda di calibrazione in un punto qualsiasi del letto di stampa.
  2. Regolare l’ugello con le viti di regolazione in modo che tocchi la scheda di calibrazione e si senta una leggera resistenza.
  3. Ripetere il processo in altri tre punti del letto di stampa.

Controllo degli assi X, Y e Z:

Un altro fattore che determinerà il successo della prima stampa è costituito dalle impostazioni degli assi X, Y e Z. Questo è ciò che conta:

  1. Gli assi devono essere ad angolo retto l’uno rispetto all’altro.
  2. Gli assi devono muoversi agevolmente e senza troppa fatica.
  3. E least but not last: gli assi devono essere correttamente allineati.

Il modo più semplice per verificare se tutto è corretto con gli assi è quello di testare la stampa di un cubo di calibrazione. Il Cubo di calibrazione è un modello di cubo con le dimensioni 20 x 20 x 20 millimetri. Inoltre, i lati corrispondenti del cubo sono contrassegnati con X, Y e Z. Ed è così che funziona:

  1. Scaricate il modello di un cubo di calibrazione, ad esempio su thingiverse.com
  2. Stampa il modello.
  3. Misurare tutti i lati con un calibro e scrivere i valori.

Se le lunghezze dei lati del cubo sono effettivamente di 20 millimetri, gli assi della stampante 3D sono idealmente calibrati. Nella maggior parte dei casi questo avviene già dopo l’acquisto. Se le dimensioni sono diverse, gli assi devono essere calibrati. Potete scoprire come fare questo nel manuale della vostra stampante 3D.

Regolare le impostazioni dello slicer (affettatrice)

Prima di iniziare veramente a stampare in 3D, è necessario regolare le impostazioni di base più importanti dello slicer. Questi includono:

  1. Diametro dell’ugello: aprire lo slicer e inserire le dimensioni dell’ugello attualmente montato sotto il diametro dell’ugello. Questa regolazione è importante per garantire che la corretta quantità di filamento venga alimentata attraverso l’ugello durante la stampa.
  2. Moltiplicatore di estrusione: un’altro modo per influenzare il flusso di materiale è il valore del moltiplicatore di estrusione. È possibile determinare se è necessario modificarlo effettuando una stampa di prova. Se si formano dei nasi nei punti di riattacco di un nuovo livello, ridurre il valore predefinito di 1,0 in 0,05 passi fino a quando non si è soddisfatti del risultato.
  3. Larghezza di estrusione: Il valore della larghezza di estrusione influenza la larghezza del nastro di filamento. Per i principianti si consiglia di impostarlo su “auto”. Poi viene inserito automaticamente il valore di 1,2 volte il diametro dell’ugello.
  4. Temperatura dell’ugello: la temperatura dell’ugello è determinante per il risultato di stampa. La prova del budino sta nel mangiare. Un buon valore medio è di 145 gradi Celsius. Per determinare se (e in quale direzione) è necessario discostarsi da questo, effettuare tre stampe di prova a 140, 145 e 150 gradi Celsius. Esaminate i risultati e sentite la strada verso la giusta temperatura.

Di quali accessori ho bisogno per iniziare a stampare?

Oltre al software e all’hardware, sono necessari alcuni accessori per stampare con successo in 3D. Probabilmente ne avete già la maggior parte in casa.

  • Prodotti di pulizia e manutenzione per stampanti 3D
  • Alcool isopropilico e rotolo da cucina per pulire il letto di stampa.
  • Olio per macchine da cucire per rendere più scorrevole il funzionamento delle parti mobili agganciate.
  • Attrezzature e materiali ausiliari per stampanti 3D
  • Nastro adesivo per poter stampare per un breve periodo di tempo in caso di problemi di calibrazione del letto di stampa
  • Cutter laterali per tagliare il filamento, tagliare il materiale di supporto in eccesso, ecc.
  • Un coltello da pittore o un cutter per tagliare la parte di stampa dal letto di stampa
  • Set di chiavi a brugola per calibrare l’hardware
  • Pinze a becchi piatti per rimuovere la struttura di supporto dall’oggetto stampato, tenere il blocco riscaldante quando si cambiano gli ugelli, ecc.

Ultimo aggiornamento 2021-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Conclusione stampante 3D per iniziare

Chi è alle prime armi dovrebbe pensare attentamente a cosa serve una stampante 3D e poi decidere il modello giusto. Non è sempre saggio acquistare la stampante 3D più economica! I primi esperimenti con il materiale da stampa dovrebbero essere fatti con il PLA, in seguito con il PET-G e successivamente con altri materiali come la resina. Se il produttore offre un software per la stampa 3D, è consigliabile utilizzarlo. In alternativa, si consiglia di utilizzare profili prefabbricati, che sono disponibili per molte stampanti 3D. È possibile creare i propri modelli (ad esempio Fusion 360, Blender) o scaricarli. Infine, alla lunga, dovresti assolutamente imparare a creare da solo i modelli.